Recupero crediti in Portogallo

Bierens Incasso Advocaten é uno studio legale con sedi a Veghel e ad Amsterdam.

L’ufficio di Amsterdam é specializzato nel recupero crediti a livello internazionale. Esso si compone di un team di avvocati, esperti in materia, provenienti da vari Paesi Europei, e, specificamente, dal Portogallo, dalla Spagna, dal Regno Unito, dall’Italia, dall’Olanda, dalla Francia, dalla Germania e dalla Polonia.

Questi gli argomenti che verranno qui di seguito trattati:
1.    Recupero crediti in Portogallo
Sub 1: La fase stragiudiziale
Sub 2: Fase giudiziale
Sub 3: Ingiunzione di pagamento
Sub 4: Processo ordinario
Sub 5: Esecuzione forzata
2.    Procedura di insolvenza
3.    Consulenza in materia di recupero crediti in Portogallo

1. Recupero crediti in Portogallo

Nel caso in cui il vostro cliente in Portogallo non adempia alla propria obbligazione di pagamento, é opportuno agire tempestivamente in quanto le possibilità di recuperare debiti di vecchia scadenza sono alquanto limitate.

Ove decidiate di conferire incarico al nostro studio legale, al fine di consentire una efficiente gestione da parte nostra della vostra pratica di recupero del credito, si raccomandata di fornire tutta la documentazione comprovante l’esistenza del contratto e/o le condizioni generali sottoscritte dal debitore.

Sub 1: La fase stragiudiziale
Non appena ricevuto l’incarico Bierens Incasso Advocaten provvederà ad avviare la fase stragiudiziale mediante invio di una prima lettera di sollecito di pagamento con la quale verrà richiesto il pagamento non solo della somma capitale ma anche degli interessi e dei costi stragiudiziali di recupero.

Nel caso in cui, decorsi sette giorni, la controparte non avesse dato riscontro al primo sollecito di pagamento, verrà inviata una seconda lettera seguita eventualmente da una terza intimazione nella quale verrà specificato che, in difetto di pagamento, si procederà al recupero forzoso del credito mediante ricorso dinanzi alle sedi giudiziarie competenti.

È possibile che la lettera di sollecito non sortisca alcun effetto. In tal caso, l’avvocato preposto allo studio della pratica, effettuate le necessarie ricerche per valutare la situazione finanziaria della società, stabilirà un contatto telefonico con il debitore nel tentativo di addivenire ad un bonario componimento della controversia.

Nel caso in cui il debitore non fosse nelle condizioni di pagare l’intero debito é consigliabile un accordo transattivo con la controparte in quanto, in Portogallo, la transazione é considerata titolo esecutivo. Ciò significa che sarà possibile pignorare immediatamente i beni del debitore ed evitare gli inconvenienti inevitabilmente connessi alla instaurazione di un processo ordinario.

Sub 2: Fase giudiziale
Nel caso in cui ogni tentativo di definizione bonaria della controversia dovesse dare esito negativo, la fase giudiziale di recupero potrà avere inizio solo previo espresso consenso del cliente.

Sub 3: Ingiunzione di pagamento
L’ordinamento giudiziario portoghese prevede una procedura di ingiunzione di pagamento che consente di ottenere un titolo esecutivo in tempi estremamente rapidi ed a costi relativamente contenuti.
Successivamente alla presentazione del ricorso ed al deposito dei documenti giustificativi del credito, il debitore viene intimato al pagamento della somma dovuta entro il termine di 15 giorni o, in alternativa, a presentare, entro lo stesso termine, le ragioni a sostegno del mancato pagamento. Decorso inutilmente il termine suddetto il Tribunale emette il provvedimento munito della formula esecutiva. Il creditore viene immediatamente informato della emissione del titolo esecutivo e della conseguente possibilità di intraprendere la procedura di esecuzione forzata.

Sub 4: Processo ordinario
In alcuni casi, stante la complessità del caso concreto, sarà necessario promuovere un processo ordinario di cognizione. Giova evidenziare che tale procedura é di solito destinata a durare a lungo ed espone il creditore ad un considerevole esborso economico.

Sub 5: Esecuzione forzata
Nel caso in cui il debitore non adempia alla sua obbligazione di pagamento e vi sia una sentenza, un decreto ingiuntivo, una transazione o qualunque altro atto attestante l’esistenza del credito, cui la legge riconosca efficacia di titolo esecutivo, il creditore potrà chiedere al Tribunale il pignoramento dei beni del debitore.

2. Procedura di insolvenza

La legge portoghese consente al creditore di richiedere la messa in liquidazione della società debitrice in caso di insolvenza. La scopo di tale procedura é quella di assicurare il paritario soddisfacimento di tutti i creditori mediante la vendita dei beni sociali.

L’avvocato preposto alla cura della pratica di recupero saprà consigliare la procedura più idonea ed efficiente in relazione al singolo caso specifico.

3. Consulenza in materia di recupero crediti in Portogallo

Per maggiori informazioni in merito al recupero crediti in Portogallo si prega di contattare telefonicamente il nostro dipartimento portoghese al numero +39 06 9480 6024 o di inviare una e-mail a [email protected].