Recupero crediti in Regno Unito

Se la vostra società intrattiene rapporti commerciali con aziende nazionali o straniere, può accadere che il vostro cliente non paghi nei termini convenuti o, circostanza ancor più grave, che non adempia affatto alla sua obbligazione di pagamento.

Cosa fare nel caso in cui la società, vostra debitrice, abbia la propria sede nel Regno Unito, dove la crisi economica ha determinato un aumento esponenziale dei ritardi nei pagamenti?

Questi gli argomenti che verranno qui di seguito trattati:
1.    La lettera di messa in mora
2.    Incarico di recupero credito
3.    La procedura di recupero crediti nel Regno Unito
Sub 1: Recupero crediti stragiudiziale
Sub 2: Recupero crediti giudiziale
Sub 3: La procedura europea di ingiunzione di pagamento
Sub 4: Il procedimento ordinario a cognizione piena
4.    Cenni sulle procedure contenziose ed esecutive nel Regno Unito
Sub 1: Spese di recupero stragiudiziale
Sub 2: Sequestro conservativo
Sub 3: Fallimento
Sub 4: Esecuzione
5.    Consulenza in materia di recupero nel Regno Unito

1. La lettera di messa in mora

Il 71%  delle piccole e medie imprese del Regno Unito ha registrato, nel 2010, non solo difficoltà nella gestione dei rapporti con i debitori morosi, ma anche il mancato pagamento, entro i termini convenuti, di circa 62 milioni di sterline. 
Questa e la ragione per la quale, se uno dei vostri clienti britannici non adempie, nei termini concordati, alla sua obbligazione di pagamento, è consigliabile inviare subito una lettera di messa in mora nella quale, una volta specificato l'ammontare del credito, si raccomanda di inserire l'avvertimento che il mancato pagamento comporterà l'affidamento dell'incarico di recupero del credito ad un professionista, con ulteriore aggravio di costi a carico del cliente medesimo.

2. Incarico di recupero credito

Nell'eventualità in cui la vostra lettera dovesse rimanere priva di riscontro, è sicuramente il caso di reagire tempestivamente mediante affidamento della pratica di recupero del credito a Bierens Incasso Advocaten.  Il nostro studio legale, infatti, è specializzato nella materia del recupero crediti sul piano internazionale. Attraverso il suo dipartimento britannico, situato ad Amsterdam e a Veghel, Bierens saprà gestire la vostra pratica di recupero nel Regno Unito, con la determinazione e la professionalità che la caratterizza. 
Attraverso i nostri avvocati e giuristi di nazionalità britannica, che agiscono in collaborazione con gli avvocati e giuristi di nazionalità francese, tedesca, spagnola, italiana, olandese, polacca e portoghese che lavorano all'interno del nostro studio,  non solo siamo a conoscenza della lingua, della cultura, del sistema giuridico e degli usi vigenti ne luogo dove è situato il vostro debitore, ma siamo anche in grado di comunicare quotidianamente con voi in quella che é la vostra lingua.

3. La procedura di recupero crediti nel Regno Unito

Esiste una differenza culturale fondamentale tra l'ordinamento giudiziario britannico e quello italiano. Mentre il sistema giudiziario italiano ha sviluppato procedure di tutela del creditore (si pensi, ad esempio, al procedimento di ingiunzione di pagamento ed alla procedura di sequestro conservativo dei beni del debitore,  che possono concludersi anche inaudita altera parte), per converso, il sistema legale britannico propone un approccio più neutrale sicché ciascuna delle parti è sempre invitata a difendere la propria posizione. Ne deriva la necessità che la vostra pratica di recupero crediti sia gestita in modo (più) fermo e deciso.

Sub 1: Recupero crediti stragiudiziale
Bierens Incasso Advocaten non appena ricevuto l'incarico provvederà ad intimare per iscritto e telefonicamente il debitore. Se il debitore non paga entro il termine prescritto, di concerto con voi verrà dato impulso ad una procedura giudiziaria.

Sub 2: Recupero crediti giudiziale
Nel Regno Unito esistono due possibilità se si vuole avviare una procedura giudiziaria nei confronti del debitore. È possibile instaurare un procedimento ordinario a cognizione piena, che si concluderà con una sentenza di merito. Ovvero avviare la procedura europea di ingiunzione di pagamento, che si concluderà con l'emissione di un decreto ingiuntivo. Sia la sentenza che il decreto costituiscono titoli esecutivi per mezzo dei quali sarà possibile intraprendere la procedura di esecuzione forzata nei confronti del debitore.

Sub 3: La procedura europea di ingiunzione di pagamento
Nel caso in cui il vostro credito non sia contestato e si versi in una mera ipotesi di ritardo nel pagamento è preferibile attivare la procedura europea di ingiunzione di pagamento in quanto consente di conseguire un titolo esecutivo in tempi estremamente rapidi, senza dover esibire la prova del credito, e a costi assolutamente contenuti.

Sub 4: Il procedimento ordinario a cognizione piena
Nel caso in cui il vostro credito sia contestato già in fase stragiudiziale è necessario instaurare un procedimento ordinario a cognizione piena mediante atto di citazione nel quale dovranno essere specificate le ragioni del credito e dovrà essere fornita prova del diritto fatto valere.

4. Cenni sulle procedure contenziose ed esecutive nel Regno Unito

Nel caso in cui sia necessario instaurare una procedura giudiziaria nel Regno Unito Bierens Incasso Advocaten consiglierá ovviamente di attivare quella procedura che consente di conseguire, entro breve termine, il massimo risultato a costi contenuti, ad esempio attraverso lo strumento dell'ingiunzione europea di pagamento, sempre che, ovviamente, ricorrano tutti i presupposti di legge.

In difetto dei presupposti di legge che consentono di ricorrere allo strumento del decreto ingiuntivo europeo, il sistema giudiziario britannico offre le seguenti alternative:

  • La procedura per piccole somme (Small claim track). Essa si applica nel caso in cui il valore del credito per cui si procede non ecceda £5'000.00.  Se la controparte entro quattro settimane non propone opposizione, é possibile  ottenere un titolo esecutivo. Se la controparte contesta la domanda, la procedura sarà leggermente più lunga perché ciascuna parte sarà invitata a difendere la propria posizione. In tal caso, tuttavia, sarà possibile recuperare solo una piccola parte dei costi di giudizio.
  • La procedura ordinaria (fast track e multi track). Essa si applica nel caso in cui il valore del credito sia superiore a £ 5'000.00. Si tratta di una procedura che consente di ottenere in tempi relativamente brevi un titolo esecutivo, sempre che la controparte non proponga opposizione. In caso di opposizione il procedimento, con trattazione scritta e orale, può durare fino a 2 anni.

Sub 1: Spese di recupero stragiudiziale
La legislazione del Regno Unito consente di ottenere il rimborso delle spese di recupero dal vostro debitore. Tali spese stragiudiziali sono riconosciute fino ad un massimo di £ 100.00.

Sub 2: Sequestro conservativo
Nel Regno Unito (in particolare Inghilterra e Galles), ove vi sia fondato timore di perdere le garanzie del proprio credito (periculum in mora), é possibile ottenere il sequestro conservativo dei beni del debitore (Freezing Injunction) dietro presentazione di apposito ricorso.  Si tratta tuttavia di una procedura estremamente rischiosa che richiede l'effettiva sussistenza di una situazione di pericolo. Infatti se il provvedimento di sequestro concesso dal giudice dovesse a posteriori rivelarsi privo di fondamento, il ricorrente sarà condannato a risarcire alla controparte tutte le spese ed i danni ingiustamente sofferti dal sequestrato. Le difficoltà connesse alla prova del periculum in mora ed i rischi cui potrebbe andare incontro il richiedente rendono consigliabile il ricorso a tale strumento giudiziario solo in casi estremamente limitati.

Sub 3: Fallimento
Se il credito non è contestato, il creditore può notificare al debitore un atto di messa in mora denominato "Statutory Demand". Se il debitore non adempie al pagamento entro i 21 giorni successivi alla notifica, esso viene considerato insolvente. È allora possibile presentare al Tribunale una istanza per ottenere la dichiarazione di fallimento della impresa debitrice. 
La suddetta istanza può essere presentata, ovviamente, e a maggior ragione, anche nel caso in cui il creditore abbia ottenuto dal giudice una sentenza di condanna nei confronti del debitore.
Occorre precisare, tuttavia, che il giudice difficilmente dichiarerà il fallimento della impresa debitrice se prima non sia stata data prova che tutte le procedure esecutive avviate nei suoi confronti sono rimaste infruttuose.
Considerati i tempi connessi all'espletamento delle procedure esecutive finalizzate a fornire prova dello stato di decozione in cui versa l'impresa, l’ istanza di fallimento viene utilizzata, molto spesso, per esercitare una maggiore pressione psicologica sul debitore.

Sub 4: Esecuzione
Nel Regno Unito l'esecuzione di una sentenza o di un titolo esecutivo avviene per il tramite dei tribunali, ed in particolare, con l'ausilio di un ufficiale giudiziario o altro pubblico ufficiale avente la medesima competenza. Corre l'obbligo di evidenziare che il processo di esecuzione nel Regno Unito é caratterizzato da tempi estremamente lunghi e può comportare costi anche molto elevati.

5. Consulenza in materia di recupero nel Regno Unito 
Desiderate maggiori informazioni sul recupero crediti nel Regno Unito? Vi invitiamo a prendere contatti con il nostro dipartimento internazionale, settore Regno Unito, al numero telefonico +31 (0) 20 312 11 00 o ad inviare una mail a [email protected].