Tempo di lettura
3 min.

La prescrizione dei crediti

Entro quando si può recuperare un credito?

Un credito altro non è che un diritto e, come tutti i diritti, quando non viene esercitato per un determinato periodo di tempo cade in prescrizione.

Nello specifico, il diritto di credito attribuisce al creditore il potere di pretendere una prestazione dal debitore, che deve essere un soggetto determinato. La prestazione in questione può consistere in un dare, un fare, un non fare, o anche nel dare il proprio consenso. Nel caso dei crediti commerciali, la prestazione è, di solito, il pagamento di una somma di denaro prestabilita e, in certi casi, degli interessi maturati per il ritardo nel pagamento.

La prescrizione di un credito inizia a decorrere nel momento in cui il creditore può far valere il suo diritto di credito. Si tratta, quindi, del tempo a disposizione del creditore per far valere un suo diritto. Questo vuol dire che, una volta scaduto questo periodo di tempo, i crediti possono estinguersi e diventare inesigibili. Un credito inesigibile è un credito che non può essere recuperato. Non solo, insieme al credito si estinguono anche gli interessi moratori maturati.

Inviateci il vostro caso entro le ore 16:00 ed inizieremo a lavorarci immediatamente!

Interruzione della prescrizione

Per evitare che un credito cada in prescrizione bisogna esercitare il proprio diritto di credito. In altre parole, la prescrizione di un credito viene interrotta quando il titolare esercita il proprio diritto, o quando il debitore riconosce il diritto del creditore in modo esplicito.

È possibile interrompere la prescrizione semplicemente inviando un sollecito di pagamento della fattura con raccomandata. Questo, ovviamente, è da fare prima che il credito sia decaduto. Una volta fatto ciò, la prescrizione incomincia a decorrere di nuovo partendo da zero.

Affinché il sollecito di pagamento sia efficacie nell’interrompere la prescrizione, è necessario che contenga i dati del debitore e della ragione per cui il credito è nato. È inoltre necessario che sia dimostrabile che il sollecito sia stato mandato.

Atti interruttivi della prescrizione

Fra gli atti con cui è possibile interrompere la prescrizione di un credito ci sono:

  • sollecito di pagamento;
  • diffida;
  • atto di citazione;
  • decreto ingiuntivo;
  • messa in mora.

Termine di prescrizione dei crediti

La decadenza ordinaria dei crediti è di 10 anni, ma i tempi di prescrizione possono variare a seconda del tipo di credito.

Per le fatture da acquisto di beni o servizi il termine di prescrizione è, generalmente, di 10 anni dall’ultima diffida scritta spedita. Tuttavia, perché la lettera di messa in mora possa interrompere i termini di prescrizione, il suo invio deve essere dimostrabile.

Non aspettate che il vostro credito commerciale cada in prescrizione, contattateci adesso. I nostri avvocati e specialisti in recupero crediti vi assisteranno nel riscuotere il pagamento a cui avete diritto.

“Bierens ed il suo team di avvocati internazionali capiscono bene le esigenze di un’azienda e sono in grado di adattarsi ad ogni situazione.”

Lea Macedoni / Alessi

kiezewn

Siamo esperti in recupero crediti internazionale

  • Dal 1952
  • Expertise internazionale
  • Avvocati specializzati in recupero crediti
  • Riscuotiamo ogni anno il pagamento di centinaia di fatture insolute

“Gli avvocati dello studio legale Bierens sono specialisti nell'ambito del recupero crediti commerciali. Il loro approccio è sinonimo di qualità, risolutezza e risultati, che è esattamente ciò che KLM cerca.”

Ben Blad / KLM

CONSULENZA SENZA IMPEGNO

Si sono d’ accordo con la policy sulla privacy

Specialisti nel recupero crediti

I nostri avvocati internazionali sono specializzati in recupero crediti in tutti i paesi europei. Non appena ci affiderete il vostro caso di riscossione crediti faremo tutto il possibile per risolvere la faccenda il più in fretta possibile.

No Cure No Pay

Una fattura insoluta è causa di stress, figuriamoci dover anche sostenere i costi per riscuotere il pagamento a cui avete diritto. Crediamo che sia ingiusto. Ecco perché lavoriamo secondo la politica No Cure No Pay. Questo significa che se non riusciamo a riscuotere il vostro denaro nella fase stragiudiziale del recupero crediti, non dovrete pagare la nostra parcella. Pagherete solamente una piccola somma per i costi amministrativi.
Maggiori informazioni sulla nostra policy No Cure No Pay

I nostri clienti

Lavoriamo sia con le piccole e medie imprese che con le grandi corporazioni.